Interbrand presenta lo studio Best Global Brands 2018

4 ottobre 2018

 

  • Apple è il primo brand con un valore superiore a 200 miliardi di dollari
  • Una crescita del 56% del valore del brand porta Amazon sul terzo gradino del podio
  • Il valore del brand Gucci cresce del 30%, guadagnando 12 posizioni
  • Gucci e Ferrari sono tra i 10 Top Growing Brand
  • Prada completa la rosa dei brand italiani che figurano nello studio
  • Il lusso è il settore che registra la più alta crescita, seguito dal retail
  • Le new entry sono Spotify e Subaru. Rientrano Chanel, Hennessy, Nintendo

 New York, NY, USA, 4 ottobre 2018 —Interbrand presenta la 19esima edizione di Best Global Brands: Apple, Google e Amazon sono i brand a maggiore valore economico; il lusso e il retail i settori dominanti.

Quest’anno Best Global Brands si focalizza sul tema “Activating Brave” analizza il ruolo del brand e della sua forza competitiva nel processo di trasformazione messo in atto nelle organizzazioni leader a livello globale.

A dieci anni dalla crisi finanziaria globale, i brand che stanno crescendo più rapidamente sono quelli che dimostrano notevole intuito nel comprendere i propri clienti e compiono mosse iconiche e coraggiose, offrendo prodotti e servizi inediti e accattivanti” ha dichiarato Charles Trevail, Global Chief Executive Officer di Interbrand.

Con una crescita del 16%, il valore del brand Apple raggiunge quota 214,480 miliardi US$, consolidando, per il sesto anno consecutivo, la sua posizione sul primo gradino del podio di Best Global Brands di Interbrand. Google conferma la seconda posizione con un valore del brand pari a 155,506 miliardi US$, raggiunto grazie a un incremento del 10% rispetto all’anno scorso.

Il significativo +56%, messo a segno da Amazon, porta il brand al valore di oltre cento miliardi di dollari (100,764 miliardi US$) e a conquistare la terza posizione sul podio, nonché il titolo di “Top performer” tra i 28 brand che hanno registrato un incremento percentuale a due cifre.

Seguono Microsoft ($92,715 miliardi US$), Coca-Cola ($66,341 miliardi US$), Samsung (59,890 miliardi US$), Toyota (53,404 miliardi US$), Mercedes-Benz (48,601 miliardi US$), Facebook (45,168 miliardi US$) e McDonald’s (43,417 miliardi US$), che con questo risultato rientra e chiude la Top 10.

Tra i cinque Top Growing Brand figurano Amazon (+56%), la new entry dell’anno scorso Netflix (+45%), Gucci (+30%), Salesforce.com (+23%), anch’esso entrato nel 2017, e Louis Vuitton (+23%). Dopo cinque anni nella rosa dei Top Growing Brand, Facebook subisce il primo decremento e perde sei punti percentuali.

“Nei mercati odierni, la crescita non è un perseguibile soltanto attraverso la continuità,” osserva Manfredi Ricca, Chief Strategy Officer europeo di Interbrand. “Occorrono mosse competitive coraggiose, capaci di affascinare gli individui, trasformare le aziende e reinventare le categorie. Questo è il paradigma comune ai brand che dominano questa classifica con risultati eccezionali.”

Nella classifica di quest’anno figurano due new entry e tre rientri: Spotify si posiziona al 92esimo posto (5,176 miliardi US$) e Subaru, in coda alla classifica al numero 100 (4,214 miliardi US$). Tra i brand che rientrano troviamo Chanel, al numero 23 con 20,005 miliardi US$ (ultima presenza nel 2009); Hennessy, 98esima con 4,722 miliardi US$ (2009), e Nintendo, 99esima con 4,696 miliardi US$ (2014).

“Tutti i brand italiani rappresentati nello studio crescono, alcuni, come Gucci, a tassi straordinari.” afferma Lidi Grimaldi, Executive Director dell’ufficio italiano di Interbrand,“Questi brand interpretano appieno il tema che accomuna tutti i migliori performer di quest’anno; la capacità di perseguire visioni coraggiose e di rappresentare linguaggi iconici rende questi brand dei veri e propri movimenti di cui le persone si fanno attive sostenitrici.”

Uno straordinario incremento del 30% porta il valore del brand Gucci a quota 12,942 miliardi US$ e a un balzo di 12 posizioni (da #51 nel 2017 a #39). Risultato che conferma quanto la coraggiosa strategia di cambiamento intrapresa dal management stia contribuendo a una crescita sostenuta.  Il lusso di Ferrari conquista un posto nei Top Growing brand, portando a due il numero dei brand italiani tra i 10 più performanti di quest’anno. Con una crescita del 18%, il brand di Maranello raggiunge un valore di 5,760 miliardi di US$. Chiude la rosa dei brand italiani Prada, che grazie a un +2% (4,812 miliardi di US$) dimostra di aver superato il trend negativo degli scorsi anni.

Più della metà dei Best Global Brands rappresenta cinque settori: Automotive (16), Tecnologia (13), Servizi Finanziari (12), Luxury (9) e Beni di Largo Cosumo (9). Con un incremento del 42%, il lusso è il nuovo Top Growing Sectore scalza il Retail, che con una crescita del 36% si posiziona secondo. Seguono l’Elettronica (+20%), l’Abbigliamento Sportivo (+13%) e i Servizi Finanziari (+10%).

Il valore aggregato dei brand Top 100 supera la soglia dei 2.000 miliardi di dollari con un incremento del 7,7% rispetto al 2017.

 

L’elenco dei 100 Best Global Brands e lo studio completo di insight e articoli di scenario è disponibile su sito www.bestglobalbrands.com.

#BGB2018 #ActivatingBrave  @interbrand

 

Metodologia

Lo studio, che in questa sua 19esina edizione si focalizza sul tema Activating Brave, analizza le modalità con cui i Best Global Brands stanno attuando una coraggiosa trasformazione, capace di contribuire alla crescita del valore economico attraverso la forza competitiva del brand.
L’analisi ha portato all’identificazione di alcuni significativi trend: la centralità del cliente, l’everyday utility, l’ascesa del lusso e il successo dei modelli di business basati sulla sottoscrizione.

Interbrand è stata la prima ad avere una propria metodologia di valutazione dei brand certificata conforme ai requisiti dello standard ISO 10668 (requisiti per la valutazione monetaria dei brand) e ha svolto un ruolo fondamentale nello sviluppo di questo standard.

La metodologia di Brand Valuation di Interbrand, prende in considerazione tre fattori:

  • la performance finanziaria dei prodotti o servizi contraddistinti dal brand
  • il ruolo del brand nel processo d’acquisto
  • La forza competitiva del brand e la sua capacità di fidelizzare, e di conseguenza, creare una domanda e profitti sostenibili nel tempo

Anche quest’anno Interbrand ha rinnovato la sua partnership con Infegy per l’analisi dei social media.